We Free Day

We Free Day

Sabato 12 ottobre 2013 abbiamo avuto l’opportunità di partecipare al We Free Day organizzato dalla Comunità di San Patrignano con una ventina di ex alunni della nostra scuola Fratelli Pizzigotti accompagnati dalla Prof.ssa Ricci Petitoni, dalle famiglie e dal Sig. Gildo Gavanelli, che già aveva incontrato i nostri ragazzi per dar loro la sua testimonianza di padre di un ragazzo con problemi di tossicodipendenza.

I ragazzi avevano già avuto l’opportunità di visitare San Patrignano lo scorso marzo ed erano desiderosi di tornare con le famiglie per conoscere ancora meglio una realtà vicina a noi geograficamente ma sicuramente poco conosciuta negli aspetti umani e nel profondo impegno profuso nel trasmettere l’importante messaggio ai giovani che la vera libertà non è fare ciò che si vuole ma essere liberi da qualsiasi forma di dipendenza, sia essa droga, fumo, alcol, farmaci o bilancia.

Il nostro percorso è cominciato assistendo allo spettacolo “Fughe da fermi”, di grande impatto emotivo in cui abbiamo ascoltato una testimonianza accompagnata da immagini molto forti: i ragazzi hanno potuto vedere che l’assunzione di una sola compressa apparentemente innocua di Ecstasy causa importanti danni al cervello riscontrabili anche dopo sette anni da un’unica assunzione e hanno osservato gli effetti collaterali delle principali sostanze d’abuso dovuti alla loro azione che non colpisce solo il centro cerebrale della ricompensa e della gratificazione, ma ha purtroppo un’azione ben più complessa e distruttiva su molte aree cerebrali.

E’ stata una grande emozione condividere il pranzo al sacco vicino alle grandi scuderie con i ragazzi della comunità, approfondendo la conoscenza dei loro percorsi di vita. Elia e Raffaele hanno scelto di impegnarsi in un percorso di qualche anno all’interno della comunità e ora sono ormai pronti per tornare alle loro famiglie, trovando un lavoro gli permetta di inserirsi nuovamente nella società e creare un loro nucleo familiare.

wefreeday

Nel pomeriggio abbiamo assistito ad un laboratorio di fumettistica in cui vengono rappresentati non super-eroi ma giovani alle prese con i problemi della strada: i nostri ragazzi si sono divertiti provando ad imitare i bravi disegnatori e sono stati premiati con le dediche finali sui fumetti che abbiamo potuto portare a casa. Ancora una volta questa esperienza ci ha colpito per la sua intensità e per le emozioni così forti su cui i ragazzi già meditavano tornando verso casa, un’esperienza in cui davvero non abbiamo trovato nulla da temere ma solo tanto da guadagnare: siamo certi che ai nostri ragazzi al momento opportuno servirà aver riflettuto sull’importante tema delle dipendenze.

Auspichiamo che la collaborazione che la nostra scuola da quest’anno scolastico avvierà con la comunità porti tanti frutti e che per i ragazzi di terza che avranno questa grande opportunità sia occasione di crescita personale, proprio come è successo a noi. Grazie a tutti!!

I genitori

I ragazzi: Giuseppe Guastamacchia, Susanna Giordani, Eva Grilli, Federico Tattini, Emanuele, Filippo e Francesca Romoli (2a F), Riccardo Filippini, Sara e Giulia Parazza

Prof.ssa Nicoletta Ricci Petitoni

Sig. Gildo Gavanelli

 

Translate »